MERINGHE VEGANE realizzate con il liquido di cottura dei ceci

STRANO MA VERO!!

Al secondo tentativo sono riuscita a realizzare queste meringhe Vegane , oltretutto posso confermarvelo davvero molto semplici .......

Nel web ho trovato questa "strana" ricetta ma molto gettonata , di solito quando le ricette sono molto ambite è perchè sono davvero molto buone , come il nocciotiramisù  http://natural-mente-stefy.blogspot.it/2015/04/nocciotiramisu-buonissimo-e-veloce.html  , oppure la viennetta  http://natural-mente-stefy.blogspot.it/search?q=viennetta , quindi subito la curiosità di realizzarla ...

Ingredienti:

- gr 100 acqua di cottura dei ceci non salata e a temperatura ambiente, ho letto che si può utilizzare anche l'acqua che trovate nelle scatolette dei ceci già cotti , io personalmente non acquisto quel tipo di prodotto quindi ho cotto i ceci ed ho utilizzato quell'acqua

- gr 125 di zucchero a velo , potrete utilizzare lo zucchero di canna e poi frullarlo molto bene cosi otterrete lo zucchero a velo

- mezzo cucchiaino di succo di limone

La ricetta prevede di montare per prima cosa l'acqua (garantisco che monta ) se avete il Bimby montate per 1,3 minuti a velocità 4 , se invece avete una planetaria oppure un mixer armatevi di santa pazienza perchè ci vorranno anche 15 minuti e più .
Montato il tutto , otterrete una spuma esattamente come con l'albume dell'uovo , aggiungere delicatamente mezzo cucchiaino di succo di limone e i 125 gr di zucchero a velo , rimontare ancora , con il bimby per 10 minuti velocità 3 , se con gli altri attrezzi citati sopra per più tempo .
Una volta rimontato tutto ( la mia schiuma non è tornata bella schiumosa come all'inizio ma era comunque bella) con un cucchiaio formate le meringhe su una teglia da forno con carta da forno.
Informare a 80° per 2 ore con uno stuzzicatenti tra la porta del forno in modo che il vapore esca .
Poi chiudere il forno e lasciare almeno 12 ore a riposare nel forno le meringhe .

Avevo trovato qui la ricetta dove è spiegata davvero molto bene :
https://ravanellocurioso.wordpress.com/2015/04/01/meringhe-di-zucchero-e-meringhe-di-frutta/

Etichette: